Home > Escursioni

Escursioni

Gabicce è un ottimo punto di partenza per visitare i borghi e i paesini dell'Entroterra Romagnolo: situati a pochi chilometri, offrono castelli, rocche e piazze tutte da scoprire. Luoghi di tradizioni, buona cucina e anche leggende, i paesi dell'Entroterra vi permetteranno di entrare davvero a far parte degli usi e costumi locali.

Gradara

La cittadina di Gradara, situata in provincia di Pesaro Urbino nella regione Marche, è affascinante già in lontananza, quando percorrendo l’autostrada la si vede apparire lassù intatta ed elegante, tra il verde della campagna ricca di ulivi e vitigni, con la cinta muraria e il castello preservati all’usura del tempo. La Rocca e il suo Borgo fortificato rappresentano una delle strutture medioevali meglio conservate d’Italia e le due cinte murarie che proteggono la Fortezza, la più esterna delle quali si estende per quasi 800 metri, la rendono anche una delle più imponenti. La fortunata posizione che la fa essere protetta e a due passi dal mare, la rende, fin dai tempi antichi crocevia di traffici e genti. È il medioevo che l’ha vista teatro di scontri tra le due Signorie, Malatesta e Montefeltro, sempre in lizza per conquistare territori e fortificazioni. E proprio i Malatesta le donarono l’aspetto attuale, costruendo la fortezza e la doppia cinta muraria tra il 1200 e il 1300 su un mastio preesistente dal 1100. Ma il loro dominio finì nel 1463 quando Federico da Montefeltro espugnò la Rocca al comando delle milizie papali.

San Leo

Meravigliosa capitale d’arte, citata da Dante Alighieri nella Divina Commedia, è il fulcro della regione storica del Montefeltro ed è la città che gli ha dato il nome. Nota per le sue vicende storiche e geopolitiche, location per film e documentari, meta turistica d’eccellenza, è la perla preziosa custodita dalla provincia di Rimini. La straordinaria conformazione del luogo, un imponente masso roccioso con pareti a strapiombo ne ha determinato, fin dall’epoca preistorica, la doppia valenza militare e religiosa, testimoniate da manufatti di grandissimo pregio architettonico e artistico. La città si chiamava Monte Feltro, da Mons Feretrus, nome legato all’importante insediamento romano sorto intorno al tempio consacrato a Giove Feretrio (Jupiter Feretrius).

San Marino

La Repubblica di San Marino si trova a 30 minuti d’auto da Rimini e territorialmente comprende l'alta valle del torrente Ausa, la parte sinistra dell'alta valle del fiume Marano e quasi tutta la valle del Rio San Marino, affluente del fiume Marecchia. A partire dal 2008 il centro storico della Città di San Marino e il Monte Titano sono stati inseriti dall'UNESCO tra i patrimoni dell'umanità. È la Repubblica più antica d’Europa e anche lo stato che, in proporzione ai suoi abitanti ospita il più grande numero di visitatori, attratti dal suo centro storico con gli innumerevoli negozi, le antiche piazze, i palazzi, i musei, le chiese e le case medioevali tutte in pietra che conservano l’aspetto di un tempo. Sulla vetta del Monte Titano si ergono le tre Rocche (o torri fortificazione) collegate fra loro con muraglie e camminamenti, da dove si può godere di uno splendido panorama.

Santarcangelo di Romagna

È città slow - rete internazionale delle città del buon vivere. Una delle più accattivanti città della Romagna nota per la sua bellezza e per aver dato i natali a un concentrato di intellettuali e artisti, ieri come oggi, come nessun altro luogo di provincia. Anche un papa vi ebbe a nascere: Papa Clemente XIV, Ganganelli, come ricordano alcuni monumenti a lui dedicati. Qui l’arte, la cultura, la storia e le tradizioni sono di casa, lo si respira nelle sue piazze, nei suoi suggestivi angoli e nelle molteplici manifestazioni che scandiscono le stagioni, divenute anche attrazioni turistiche. Il suo centro storico rigorosamente ristrutturato dove si legge un’attenzione speciale alla difesa dei segni del passato, grazie anche ai numerosi ristoranti e osterie è più che mai vivo. Pur essendo una città di oltre 20 mila abitanti, restituisce un’atmosfera di paese, dove tutto è a misura di incontro, di ospitalità e ovunque si avverte la sua forte identità culturale.

Torriana

Il suo nome era “Scorticata” citato già nelle cronache dal 1141. Appellativo che subito fa capire quale conformazione geologica abbia da sempre ospitato il castello. E così quello della vicina Montebello. Sono due degli speroni rocciosi della Valle del Marecchia, che in un’era geologica assai lontana nel tempo sono giunti dal Tirreno e qui si sono assestati ai lati del fiume, e oggi saltano allo sguardo producendo ammirata attenzione. Anche perché il Medioevo ha sfruttato tale conformazione erigendovi le roccaforti imprendibili di Scorticata e di Montebello e i secoli seguenti hanno fatto il resto, creando borghi, fortificazioni e castelli che hanno vissuto gli splendori della Signoria dei Malatesta ma anche le ripetute battaglie con quella dei Montefeltro, causate proprio dall’importanza di possedere punti tanto strategici per il controllo e la difesa del territorio. Montebello di nome e di fatto, per l’amenità del suo borgo e del millenario Castello, in cui dimora la leggenda del fantasma di Azzurrina. All’abitato di impianto medievale si accede per un’unica via, attraversando una porta fortificata che oltrepassata, permette di godere gradevoli atmosfere.

Verucchio

Affascinante per la collocazione sulle prime alture rocciose a breve distanza dal mare che da qui si ammira con pienezza e per le sue architetture che vi svettano, visibili fin dalla pianura, attrae lo sguardo e rapisce l’attenzione. Impossibile trattenere il desiderio di visitarla. E allora si scopre che è una capitale malatestiana e che nella ancora possente Rocca, che i Malatesta edificarono, diedero avvio alla loro prestigiosa storia basata su fortunose fruttuose conquiste e apparentamenti. La Verucchio moderna offre un attrezzato campo da golf con 18 buche, Il Rimini Golf Club, una club house e un campo pratica, in una prestigiosa e affascinante tenuta, già di proprietà di Carolina Amalia di Brünswick, moglie di Giorgio IV Re d’Inghilterra, che qui dimorò a lungo, da cui prende il nome.

Richiedi un preventivo

*Campi obbligatori